Fioriture in giardino: i colori della primavera

fioriture primavera

La scelta degli arbusti da inserire all’interno del giardino deve essere fatta accostando con gusto forme delle piante, tempi e colori della fioritura, caratteristiche del fogliame.
In cambio di questa attenta progettazione il risveglio del giardino, con il succedersi delle fioriture primaverili, saprà incantarvi.

Fioriture mese dopo mese

Si comincia a marzo i cotogni giapponesi (Chaenomeles japonica) e i meli da fiore (Malus) introducono le prime note di rosso nel giardino.
Nello stesso periodo, lo avrete notato, i rami nudi delle magnolie si ricoprono di fiori carnosi e variopinti, così come quelli delle spiree (Spiraea) e dei tappezzanti Ceanothus Repens (bianchi le prime e azzurri i secondi).
In aprile si hanno fioriture coloratissime e profumate, pronte a soddisfare qualunque esigenza.
Se avete spazio sufficiente, un posto va trovato per un alberello di Cornus florida, con fiori smaglianti in primavera e con magnifici frutti e foglie in autunno.

Specie intramontabili sono poi le ginestre (Cytisus), le irise, le peonie dai fiori giganti.
A maggio, si possono mettere a dimora non solo rose, ma anche i glicini (Wisteria), con cui ricoprirete muri, archi e gazebo, i lillà (Syringa) e le clematidi (Clematis), dalla raffinata fioritura. Non vanno dimenticate le Potentilla (bianca, gialla orosa) e le ortensie, che vi delizieranno poi fino all’autunno.

Consigli per i nuovi arbusti

Per assicurarvi da subito un buon effetto ornamentale, al momento dell’acquisto preferite esemplari in contenitore, di taglia medio-grande.
Prima di procedere alla piantagione controllate le radici. Eliminate la parte più esterna di quelle che fuoriescono dalla zolla e quelle rotte o giallastre (le radici sane hanno colore bianco).

La buca d’impianto

Una corretta piantagione garantisce la pronta ripresa dei nuovi arbusti.
Preparate una buca ben più grande della colla radicale: le nuove radichette avranno così a disposizione terreno soffice in cui svilupparsi.
Sul fondo distribuite uno strato di ghiaia, che eviti il ristagno dell’acqua, e uno strato di fertilizzante organico.
Prima di inserire la pianta, ricoprite il concime con della terra soffice, così che le radici non rischino di “scottarsi”.

This site uses cookies to offer you a better browsing experience. By browsing this website, you agree to our use of cookies.