Nepenthes: pianta carnivora

nepenthes o nepente pianta carnivora rampicante

Le nepenthes sono piante rampicanti con viticci fogliari.
Le foglie adulte sono spesso divise in una base sessile o picciolata assottigliata, un picciòlo (cirro) e una lamina (ascidio) con coperchio. Quando il coperchio è aperto, gli insetti sono attirati dal profumo e cadono all’interno, dove vengono sciolti dal liquido contenente pepsina e assimilati dalla pianta.

La prima descrizione di tali piante venne fornita nel 1658 dal governatore del Madagascar, Étienne de Flacourt, il quale le diede il nome di Amramitico. Il nome attuale le venne dato da J. P. Breyne, nel 1689.

Nel 1874 J. D. Hooker e L. Tate rilevarono la presenza di enzimi nella pianta e dimostrarono il  suo processo digestivo.

La coltivazione della nepenthes

Per quanto riguarda la coltivazione di queste piante carnivore, relativamente alle specie più diffuse (appartenenti al gruppo lowland), possiamo dire che non sono difficili da coltivare.
Le Nepenthes appartenenti al gruppo highland presentano parecchi problemi di coltivazione in quanto è molto difficile riprodurre le loro condizioni naturali ed inoltre sono pressoché introvabili.

La Nepenthes è una pianta che può essere allevata anche all’aperto durante la bella stagione ma durante l’inverno è opportuno riportarla dentro casa. Infatti, essendo una pianta tropicale, mal si adatta a temperature troppo basse.
I margini di temperatura entro i quali tali piante vegetano bene sono tra i 15-25°C.

Per la coltivazione in casa richiedono vasi di piccole dimensioni. Il loro apparato radicale è estremamente ridotto, vi consigliamo di utilizzare un terriccio composto da torba mischiata a del bark ed una piccola percentuale di perlite.

L’esposizione deve essere al sole diretto cercando però di evitare le ore più calde delle giornate estive.

Le annaffiature devono essere abbondanti ed è fondamentale usare o acqua demineralizzata o piovana in quanto l’acqua calcarea non è gradita. Un altro aspetto importante è l’umidità ambientale che deve essere elevata con frequenti spruzzature, effettuate la mattina, in modo che alla sera la pianta sia asciutta.

This site uses cookies to offer you a better browsing experience. By browsing this website, you agree to our use of cookies.