Garofano e Begonia in promo ad aprile!

Un aprile strano quest’anno, ma non per questo meno colorato e profumato.
Abbiamo selezionato per voi alcuni fiori semplicissimi da coltivare per rendere migliore la permanenza nelle vostre case.

Il Garofano

Il garofano richiede un’esposizione soleggiata e libera e preferisce un terreno ben drenato e moderatamente ricco.
sopporta il calcare e resiste alla siccità estiva. Il garofano vive per anni senza richiedere cure particolari.
È necessario irrigare di tanto in tanto per favorire il radicamento iniziale, poi nei periodi secchi per favorire la fioritura estiva.
Togliere gli steli di fiori appassiti man mano che appaiono per stimolare le fioriture future. Nessun garofano teme le malattie e i parassiti. Alcuna potatura particolare è richiesta, una leggera pulizia dei ciuffi a fine inverno è sufficiente, togliendo le parti disseccate.
Lo consigliamo per chi non è ancora abituato a prendersi cura dei fiori ma vuole iniziare ad approcciarsi.

La Begonia

Assieme al garofano, anche la begonia si inserisce tra le piante più facili da coltivare e se ne possono trovare dei colori più disparati. Ecco perché viene apprezzata da tante persone che la coltivano in vaso o in piena terra.
E se state per regalare una begonia a qualcuno, sappiate che nel linguaggio dei fiori è considerata simbolo di gratitudine e di ospitalità!
Nonostante necessiti di poche e semplici cure, regala fioriture appariscenti anche con fiori doppi, a seconda della specie.
Ed è anche utile per purificare l’aria!
Le begonie possono raggiungere i 30-40 cm di altezza e la magia sta nel fatto che si ricoprono letteralmente di fiori. Che sia in giardino o sul balcone ricordatevi che per tutte le specie di begonia la temperatura ideale si colloca tra i 15°C e i 18°C.
Se coltivata in appartamento, evitate di collocarla vicino ai termosifoni: la begonia richiede abbastanza umidità ma anche un buon ricircolo dell’aria.
Collocate la vostra begonia in un ambiente luminoso ma protetto dai raggi diretti del sole.
All’aperto, prediligete luoghi semi-ombreggiati e riparati; all’interno scegliete finestre che vengano colpite dal sole per poche ore al giorno o che siano protette da tendaggi filtranti.
Annaffiate frequentemente, in media un paio di volte la settimana, poiché il terreno deve essere sempre umido. Attenzione: umido, non inzuppato.
È bene attendere che la superficie del terreno sia asciutta prima di annaffiare di nuovo la pianta. Evitate sempre di bagnare le foglie.
Durante l’inverno riducete le innaffiature: è sufficiente non far seccare il terreno.

This site uses cookies to offer you a better browsing experience. By browsing this website, you agree to our use of cookies.