Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

Cymbidium

Il Cymbidium è, tra tutte le orchidee, quella più comunemente coltivata e facilmente reperibile in commercio, un successo dovuto alla sua capacità di adattarsi facilmente alle diverse condizioni di coltivazione, riuscendo a fiorire e crescere con regolarità senza troppe cure.
ANNAFFIATURA 
La frequenza delle annaffiature varia a seconda delle condizioni climatiche; in genere deve essere bagnato una volta alla settimana e spruzzato giornalmente, mentre, durante la fioritura, necessità di abbondante acqua, meglio se piovana (poco calcarea). Nel periodo successivo la fioritura, e fino la nuova germinazione, ridurre le annaffiature.
ESPOSIZIONE
I Cymbidium rientrano tra le orchidee che vegetano bene in presenza di abbondante illuminazione e che possono essere coltivati in piena luce in ogni stagione, avendo cura di ripararli nelle ore più calde dell’estate per proteggerli da eventuali bruciature sulle foglie.
TEMPERATURA
Tutti gli ibridi moderni derivano principalmente da incroci tra piante himalayane, quindi crescono bene anche con temperature notturne basse, da 10 a 12°, e diurne di 18 - 20° C. Questa escursione termica è fondamentale per fiorire regolarmente, e sarà facilmente riproducibile in casa mantenendo socchiusa una finestra durante la notte, creando una corrente d’aria non diretta sulla pianta. Infine, è bene tener presente che un caldo eccessivo e un’insufficiente umidità ambientale durante la germogliazione dei boccioli, ne determinano l’essiccamento e la prematura caduta.