Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

Cattleya

La Cattleya, la più classica, la più amata e la più appariscente, è un genere che conta circa 65 specie, tutte originarie del centro-sud America con una elevata concentrazione di specie in Brasile. E’ una pianta molto resistente, anche se necessita di abbondante luce per una buona crescita e fioritura, ed una annaffiatura non eccessiva.

ESPOSIZIONE

Il genere Cattleya è esposto normalmente ad un buon irraggiamento solare, pertanto le esigenze colturali devono cercare di riprodurre il più possibile le condizioni di crescita naturale: una buona illuminazione lungo tutto l’arco dell’anno, con una leggera ombreggiatura che protegga le foglie da eventuali bruciature.

TEMPERATURA

ha un ruolo importante, poiché essendo epifita trova, attraverso le foglie, il proprio nutrimento nell’atmosfera;per questo motivo necessita di essere circondata da una umidità relativa elevata per poter mantenere un corretto grado di idratazione. Le condizioni ideali sono quindi comprese tra il 50 e il 70% di umidità relativa, facendo molta attenzione a conservare questo valore all’aumentare della temperatura e mantenendo un ricircolo continuo dell’aria che evita l’insorgere di pericolosi ristagni e quindi l’insorgenza di malattie.

RINVASATURA

La Cattleya si coltiva molto bene in vaso, la cui scelta è determinante per una buona crescita della pianta: l’ottimale rapporto tra l’ampiezza del vaso e il volume della pianta permette alle radici di mantenere il giusto grado di umidità.