Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

22 Un gatto per amico

Intelligente, curioso, affettuoso e autonomo: tanti aggettivi e ancora non bastano per definire il gatto; è anche individualista, sensibile, giocherellone e molto comunicativo. Per questo con un micio è possibile stabilire un rapporto unico, intenso e di gran soddisfazione.
Di quale età?
A 2-3 mesi di vita il micino è perfettamente svezzato e avrà già appreso dalla madre alcune regole di comportamento necessarie per una buona convivenza con gli esseri umani, tra cui sporcare nella cassetta igienica, bere e mangiare dalle ciotole e relazionarsi senza timore con le persone. Senza nascondere l’allegria e la tenerezza che regala un piccolo micio, va detto che anche un gatto adulto è in grado di affezionarsi velocemente a un nuovo padrone: è la scelta giusta per chi non può o non vuole dedicare troppe energie alla gestione dei primi tempi di convivenza. Giovane o adulto, la prima cosa da fare con il nuovo gatto è sottoporlo alla visita veterinaria per assicurarvi del suo stato fisico ed effettuare le vaccinazioni di prassi (al pari del cane è esposto ad alcune malattie virali). Il veterinario saprà, tra l’altro, fornire preziosi consigli sul tipo di alimentazione, sulla gestione dell’animale in famiglia e su come proteggerlo dai parassiti interni ed esterni.